prenota un appuntamento

Angolo studio: come arredarlo senza spezzare l’armonia dell’arredo

Leggi di più
In Consigli D'Arredo di Design

Negli ultimi anni la richiesta di realizzare e arredare un angolo studio in casa è aumentata in maniera esponenziale. Complice (se non causa!) principalmente la pandemia e la richiesta di lavorare in smart working.  Se svolgi dunque un lavoro home office, necessiti di un angolo riservato -funzionale e ottimizzato- per poter sfruttare al meglio gli spazi e che sia in armonia con lo style dell’intero arredo.

Come arredare un angolo studio in casa: progettare gli spazi

Se desideri creare un angolo studio da lavoro perfetto, nascosto o strutturato in maniera adeguata, è necessario progettarlo bene e per tempo. Non è semplice, infatti, ricavare uno spazio semi-nascosto in una casa, soprattutto se già arredata e abitata. Un angolo studio può essere ricavato in ogni stanza, dalla cucina al soggiorno, dalla camera da letto alla tavernetta. Anche le nicchie possono essere sfruttate per incastrare scrivanie e mobili salva spazio.

Affidarsi alla consulenza di un arredatore esperto, potrebbe rappresentare la migliore soluzione per ricavare un perfetto angolo da lavoro dagli spazi a disposizione e per soddisfare tutte le tue esigenze.

Come organizzare un angolo studio: caratteristiche e arredi

Quali sono gli elementi di arredo necessari per un angolo studio funzionale?

  • Scrivania: meglio prediligere un piano con profondità di almeno 50-60cm e larghezza di circa 90cm;
  • Sedia ergonomica: se l’angolo è nel living, meglio optare per una sedia da casa che da ufficio;
  • Prese elettriche, purché siano ad altezze adeguate per non riempire lo spazio di cavetti;
  • Cassetti e contenitori, per tenere tutto a portata di mano e mantenere l’ordine;
  • Mensole e bacheche, per sfruttare appieno gli spazi con tutto l’occorrente necessario;
  • Lampada e illuminazione idonea. Se lavori tante ore al pc, un’adeguata illuminazione naturale sarebbe l’ideale, sia per la vista che per l’umore.

Dai un’occhiata alla nostra ampia selezione di tavoli e sedie di design!

Dove realizzare l’angolo studio in casa?

Trovare lo spazio più idoneo per sistemare scrivania, sedia e complementi d’arredo per il tuo ufficio da casa, è il punto di partenza necessario per realizzare un angolo dove potersi concentrare per svolgere le proprie attività con efficienza e per organizzare al meglio le continue chiamate, riunioni e call da remoto.

Altro punto da tenere in considerazione è il tipo di lavoro che svolgi: se ti basta un pc portatile, necessiti ad esempio di un piano di lavoro con dimensioni e caratteristiche differenti rispetto a chi ha bisogno di progettare, creare o lavorare con i tessuti.

Dove ricavare quindi il proprio angolo studio? Analizziamo le due opzioni principali quando non si hanno a disposizione né mansarde, né verande: soggiorno e camera da letto.

Angolo da lavoro in soggiorno

Si tratta in genere della stanza più facile per organizzare un piccolo ufficio in casa, ma non sempre è la più adatta in quanto potrebbe trattarsi di una camera poco silenziosa. Per questo motivo è importante delimitare lo spazio relax da quello per il lavoro.

Una scrivania angolare ti permette di sfruttare bene la superficie, in quanto da una parte puoi disporre i dispositivi informatici e dall’altra disporre del ripiano libero per scrivere. Puoi optare anche per una scrivania estraibile, comoda anche da nascondere dietro ad una tenda, sempre da abbinare all’arredo del salone. Se non ti entusiasma l’idea di una scrivania da home office posta al centro della stanza, puoi isolarla ad esempio mediante un paravento o- se ne hai la possibilità- installando una vetrata ad angolo.

L’angolo studio può essere inoltre ricavato sfruttando lo schienale di un divano, poiché si tratta di un arredo utilissimo per delimitare gli spazi, soprattutto quelli destinati al relax.

Angolo studio in camera da letto

Anche se non si tratta della scelta più amata dai clienti, la stanza da letto rappresenta comunque un’ottima soluzione per lavorare, perché lontana dal caos quotidiano.

Affinché lo stile della camera non venga stravolto, ti consigliamo di optare per un modello di scrivania semplice da abbinare dal resto del mobilio. Esistono sul mercato anche modelli che si trasformano in toeletta e in grado di camuffarsi ‘elegantemente’ nella camera.

Come ricavare angoli nascosti dagli spazi piccoli

Partiamo da un presupposto: non sottovalutare mai gli armadi! Se è vero che questi fungono principalmente come spazi per accogliere cappotti e vestiario, possono essere anche pensati e sfruttati per essere trasformati in ufficio. In che modo? Aggiungi un paio di scaffali al suo interno, sistema nelle vicinanze una graziosa poltroncina, e il gioco è fatto! Una soluzione salva spazio, questa, ideale per gli ambienti piccoli e per organizzare un angolo studio riservato senza invadere il soggiorno: una volta chiuse le ante dell’armadio, infatti, la scrivania sarà totalmente nascosta alla vista!

Sul mercato sono presenti, inoltre, anche delle scrivanie armadio con piano da lavoro pieghevole, molto simili ai mobili di una volta, che aumentano la superficie a disposizione. Il loro punto di forza risiede nel fatto che possono essere installate ovunque, restando sempre delimitati a uno spazio circoscritto.

E se non hai spazio per un angolo studio, che fare? Sfruttare i mobili già presenti. Puoi infatti trasformare il soggiorno in un angolo da lavoro con un tavolino sollevabile.

Desideri realizzare un angolo studio in casa, che si armonizzi con il resto degli ambienti e che sia al contempo funzionale? Scopri le soluzioni Made in Italy Behome e vieni a trovarci nei nostri punti vendita. Desideri la consulenza di un arredatore esperto? PRENOTA ORA UN APPUNTAMENTO

Condividi su: