prenota un appuntamento

Arredamento classico moderno: come fondere due stili diversi

Leggi di più
In Come scegliere e arredare la camera da letto

L’arredamento classico moderno è quello che cerchi per la tua casa, ma non sai come fondere i due stili? Bene, te lo mostro in questo articolo.

Sono davvero in tante le persone che arredano con uno stile classico e contemporaneo. Sempre più spesso è dato dai gusti, ma anche da alcune situazioni. Molte persone fondono insieme i due stili per far convivere ad esempio dei mobili di riciclo, suppellettili di vecchia generazione o infissi datati da appartamento in affitto.

Ci sono però dei piccoli trucchi e consigli per riuscire a combinare i due stili in maniera davvero unica. Per ottenere il giusto mix e dare vita a uno stile nuovo, costituito da elementi ricchi e importanti, con le linee essenziali, senza eccessi, ecco come puoi muoverti.

Arredo classico e contemporaneo: differenze che uniscono

Quando pensi a una casa arredata in stile classico, pensi subito a scaffali riccamente ornati, mobili statement in legno, opulenza e lusso che si fondono nello stesso oggetto. Dall’altra parte invece c’è lo stile contemporaneo. Questo come sai, sfrutta il concetto del less is more. Linee pulite, superfici sgombre, luci naturali e spazi aperti. Tutto molto minimal e allo stesso momento elegante.

Dal risultato di questa strana combinazione nasce un cocktail equilibrato tra il minimal chic e il look neoclassico. Questo tipo di stile nasce da molto lontano, precisamente tra Francia e Russia. In questi popoli vive tra le ingombranti architetture di una volta. Dalle finestre immense, passando per grandi e antichi camini, e boiserie sono il punto di partenza.

Da qui parte la combinazione e attenzione per il dettaglio agli spazi puliti moderni. Quello che si ottiene è un risultato molto molto elegante e alla moda. Questo però non è semplice da creare. Prima di cimentarti in questa cosa, meglio avere una piccolissima conoscenza circa le regole di interior design.

Il rischio, infatti, potrebbe essere quello di eccedere con il mobilio, finendo per accumulare invece di aprire gli spazi il più possibile.

Il pavimento: classico e contemporaneo s’incontrano per la prima volta

arredamento-moderno-classico
BURRI

Come un’opera d’arte, anche l’arredamento classico moderno nasce da un punto ben preciso: il pavimento. Questo è come la tela bianca per l’artista. Da qui l’intero progetto. Infatti, lo stile classico e contemporaneo trova, il loro punto di connessione e la loro massima espressione in pavimentazioni senza tempo. Marmo o parquet sono la base dove costruire il progetto. Evita il legno vivo, che richiama troppo lo stile shabby, lascia spazio invece a legno vissuto e che regali una certa emozione.

Mobilio: come combinare i due stili?

arredamento-classico-moderno
ARCA 13

Il filo rosso che collega il pavimento con l’arredo classico e contemporaneo saranno i colori dei mobili. Scegli sempre colori caldi, come il beige, il caramello e i legni moderni. Per le finiture punta tutto su quelle lucide o semi lucide: questo creeranno un effetto congeniale a entrambi gli stili.

Circa i mobili nello specifico, è sempre bene scegliere un elemento classico che abbia però una decorazione moderna, o viceversa. Una lampada antica si colloca alla perfezione su un bel tavolino minimale. Oppure una massiccia scrivania di una volta, ben si lega con una stampa d’arte moderna. Quindi se nella tua cantina o box hai degli elementi d’arredo classici, non dismetterli. Legali al meglio con qualcosa di contemporaneo, ed il gioco è fatto.

I toni neutrali di pareti e pavimento sono la tavolozza perfetta per uno stile classico e contemporaneo che non sfocia nell’eccesso. Alcune note di colore si possono esprimere nell’uso di un paio d’accessori vibranti. Queste attireranno sicuramente l’attenzione.

Consigli sugli imbottiti e i tessuti, tra classico e contemporaneo

Spazio all’imbottito. Grazie a questo tipo di elemento, potrai aggiungere una nota eccentrica, per esempio, alla testata del letto, oppure pensa ai divani che trovano la loro perfetta dislocazione al centro della stanza, protagonisti indiscussi, grazie anche all’imbottitura.

L’obiettivo è quello di andare a creare sedute frontali dove poter fare conversazione, faccia a faccia, con gli ospiti. Vediamo poi i tendaggi. Qui la scelta deve ricadere su soluzioni morbide e lussuose. Meglio se vi sono diversi tipi di tessuti, che non devono chiedere il permesso.

Arredamento classico-moderno: occhio a non strafare

Se hai la fortuna di capitare in una casa con soffitti affrescati o pareti dipinte piene di stucchi sfarzosi, sei quasi a metà dell’opera. Fino a qualche decade fa, questo genere di ornamento veniva ristrutturato e nascosto. Adesso, per fortuna, si fa tutto l’opposto, e si tenta di recuperare la natura originale degli edifici. Questo è l’habitat naturale perfetto per qualche mobile dalle forme essenziali e ultramoderne.

Se il tuo obiettivo è quello di arredare la tua casa tra il classico e il contemporaneo, devi trovare Il giusto mix che vede la giusta quantità di elementi di uno e molti dell’altro stile. Se la casa presenta elementi fissi riccamente decorati, opta per completare il rimanente 65-70% degli spazi con soluzioni moderne. Creare uno spazio di sobria raffinatezza è questione di equilibri. Se il classico deve mantenere saldo il suo legame nella tradizione, il dialogo col moderno è il contrappunto di una scelta di rottura, fatta per svecchiare interni un po’ datati.

Se vuoi creare il tuo stile classico-moderno, non avere paura di farti consigliare da un esperto, allora rivolgiti allo staff qualificato di Behome. I nostri esperti ti aiuteranno a scegliere la soluzione migliore adatta alle tue esigenze, anche grazie al nostro servizio di personalizzazione. Sfoglia il nostro catalogo sul sito, il nostro servizio clienti è sempre a disposizione per rispondere alle tue richieste. Oppure raggiungici in uno dei nostri store più vicino a casa tua.

Condividi su: