Richiedi il catalogo

Bonus Mobili

Grazie agli incentivi statali, si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per forni e lavasciuga).

Cosa avviene dal punto di vista fiscale?

La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo.

Come posso usufruire di queste agevolazioni?

Per usufruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. La data di avvio lavori, potrà essere provata dalle eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalle norme edilizie, dalla comunicazione preventiva all’Asl (indicante la data di inizio dei lavori).
Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché le spese stesse siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione.


Quali arredi rientrano nelle agevolazioni?

Cucine, pareti attrezzate, arredo bagno, Letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione e oggettistica di arredo. Per quel che riguarda gli elettrodomestici, invece: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, piani cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento e apparecchi per il condizionamento.

Cosa serve per ottenere le agevolazioni?

Per ottenere la detrazione occorre effettuare i pagamenti con bonifico, carta di debito o credito (per tracciare la transazione) o anche con finanziamento! Inoltre ci deve essere corrispondenza tra il totale pagato e l’importo della fattura relativa. NON è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Chi può usufruire delle detrazioni fiscali?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato. Quindi, se hai un lavoro e risiedi in Italia, potrai accedere al bonus.
L’agevolazione spetta non soltanto ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • – proprietari o nudi proprietari;
  • – titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • – locatari (affittuari) o comodatari;
  • – soci di cooperative divise e indivise;
  • – imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali (investimenti che l’azienda utilizza per il suo funzionamento) o merce;
  • – soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Bonus Mobili 2024, cosa cambia con la nuova etichetta energetica?

Dal punto di vista del bonus mobili non cambia niente. Intanto, per i primi tempi le etichette riporteranno sia la vecchia che la nuova classe energetica, per permettere alle persone di abituarsi a queste nuove equivalenze. Spesso l’etichetta presenterà anche un codice QR che, inquadrato con un semplice smartphone, darà tutte le informazioni aggiuntive su quel prodotto. Tra queste anche le informazioni su consumi e sul risparmio energetico.
In attesa di aggiornamenti o indicazioni ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, si consiglia quindi di conservare tutta la documentazione tecnica e la copia dell’etichetta energetica, in questo modo sarà più facile provare l’effettivo diritto alla detrazione.

Behome aderisce al bonus detrazione?

Behome offre una serie di servizi in grado di permettere ai propri clienti di sfruttare il bonus ristrutturazione. Tutti gli articoli e le collezioni proposte rientrano tra i beni su cui è possibile richiedere il bonus del 50%. Inoltre il Brand predispone in partenza la documentazione di fattura necessaria per poter usufruire delle detrazioni previste sui mobili. Infine, offre la possibilità ai propri clienti di poter sfruttare il bonus su eventuali prezzi scontati grazie a specifiche promozioni promosse. Infine, offre la possibilità di finanziare i propri acquisti in mobili, pagando in comode rate mensili, senza perdere diritto al bonus del 50% sugli arredi.Per tutte le altre informazioni e per ristrutturare insieme la vostra casa, rivolgiti allo staff qualificato di Behome. I nostri esperti ti aiuteranno a comprendere al meglio tutte le novità relative al bonus mobili. Il nostro servizio clienti è sempre a tua completa disposizione online e nei nostri store.

Richiedi Informazioni